Comunicato Stampa:WE HAVE DREAM non ha paura!

Striscione indimidatorio affisso nella notte del 7 Settembre 2009

Striscione indimidatorio affisso nella notte del 7 Settembre 2009

Ai tentativi di intimidazione, che non si arrestano, possiamo rispondere solo in un modo: abbiamo imboccato la strada giusta, quella della visibilità, e su questa strada continueremo a camminare senza paura’’.
E’ questa la reazione del gruppo ‘We have a Dream’, preso di mira da gruppi di estrema destra con una scritta volgare comparsa nella notte sui muri di via Cavour nel centro di Roma e che conferma il sit-in di protesta previsto per:

Venerdì 11, dalle 21 alle 23, a Piazza Navona .

“Siamo preoccupati, ma non intimiditi. Le fiaccolate continueranno, non si arresterà il percorso sociale e culturale che ormai coinvolge il popolo lgbt ((lesbiche, gay, bisessuali, transgender) e tutta la comunità civile romana, che ha partecipato mostrando sostegno alla nostra causa’’, , prosegue la nota.
“Abbiamo iniziato un percorso di visibilità , di riappropriazione dello spazio urbano e di recupero di un rapporto diretto con la cittadinanza, che risponde partecipando e sostenendo le nostre iniziative.
“Siamo preoccupati, ma non intimiditi. Le fiaccolate continueranno, non si arresterà il percorso sociale e culturale che ormai coinvolge il popolo lgbt ((lesbiche, gay, bisessuali, transgender) e tutta la comunità civile romana, che ha partecipato mostrando sostegno alla nostra causa’’, prosegue la nota.
“Questo percorso – annunciano i promotori delle fiaccolate spontanee – presto coinvolgerà anche le zone periferiche della città, dove maggiore è il bisogno per le persone lgbt di trovare sostegno e riconoscimento della loro dignità”.
“Noi agiamo nella pienezza della legalità, rapportandoci di continuo e con uno spirito di massima collaborazione con le istituzioni. Siamo presenti – sottolineano da We Have a Dream – con i nostri volti e con le nostre voci, non contro qualcuno, ma per affermare il nostro diritto ad avere ciò che l’articolo 3 della Costituzione e l’articolo uno della Dichiarazione dei diritti dell’uomo ci riconosce: piena uguaglianza. Ora che le intimidazioni vengono da sigle riconoscibili oltre alla nostra massiccia risposta, ci attendiamo segnali chiari dalle autorità. Occorre indagare perchè se ci troviamo di fronte a casi di stupide emulazioni, il sentimento di una possibile impunità va arrestato nel nascere. Se invece questi e altri gruppi stanno davvero considerando l’idea di altri attacchi, occorre agire senza tentennamenti per assicurare la sicurezza di ogni cittadino romano e evitare episodi che possano essere ancora più gravi”, è la denuncia contenuta nel comunicato.

“Per chi si riconosce in questi grandi ideali di giustizia e di solidarietà – si conclude la nota – l’appuntamento è a piazza Navona, l’11 settembre alle 21, per un sit-in stanziale di protesta’’.

La manifestazione prevista per venerdì prossimo è la terza organizzata dal gruppo We have a Dream: la prima, alla quale hanno partecipato circa 150 persone si è svolta venerdì 28 agosto, dal Colosseo al Campidoglio; la seconda si è svolta venerdi 4, con la partecipazione di oltre un migliaio di persone, lungo lo stesso percorso fino a salire su piazza del Campidoglio.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: